Mt 24,42-51 – giovedì XXI sett. T.O.

La frase evangelica di oggi, potrebbe suscitare in noi paura! “Vegliate dunque, perchè non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà”. Ma Gesù quello che sta cercando di dire ha doppio significato: il primo, bisogna vivere ogni momento della nostra vita con totalità, come se fosse l’ultima cosa. Chi vive così non vive male, ma intensamente. Gesù mette pienezza e non paura. In secondo luogo, le parole di Gesù ci rivelano che alla fine della vita non ci sarà il nulla, ma QUALCUNO! Nel momento drammatico della nostra vita non saremo soli, o abbandonati, ma tra le braccia di Qualcuno. Sapete qual’è il vero problema? Come ci troverà questo Qualcuno, in quale condizione troverà la nostra fragilità umana? Dio ha grande misericordia davanti alla nostra debolezza, ma è inflessibile davanti alla nostra chiusura, egoismo. Lasciamoci guidare dalla misericordia di Dio!

Condividi su:
Lascia un commento